Ozonoterapia

Ozonoterapia


Tutti conoscono la funzione fondamentale dell’ozono per l’equilibrio ecologico del nostro pianeta (limita il passaggio delle radiazioni ultraviolette dalla stratosfera), ma questo gas (tre atomi di ossigeno – O3) può avere anche positivi impieghi in campo medico.
In medicina viene utilizzato sottoforma di miscela con l’ossigeno e può avere le seguenti vie di somministrazione:

  • Intravenosa
  • Intraarticolare
  • Sottocutanea
  • Insufflazione intestinale
  • Grande autoemotrasfusione (prelievo di sangue che, convogliato in un contenitore a sacca, viene trattato con una miscela di ossigeno-ozono e poi reinfuso al pz)
  • Piccola autoemotrasfusione (piccolo prelievo di sangue con una siringa in cui è presente una miscela di O2-O3; dopo aver agitato per circa 20 secondi, la soluzione viene iniettata per via intramuscolare
  • Applicazioni locali con campane di vetro o sacchetti di plastica in cui viene creato il vuoto e fatto fluire l’ossigeno-ozono; questa metodica viene utilizzata per il trattamento di ulcere, lesioni da decubito, ferite in generale
  • Acqua ozonizzata per il trattamento locale delle patologie del cavo orale
  • Crema e olio all’ozono per il trattamento dei problemi dermatologici

Una volta introdotto nei tessuti l’ozono si scompone in ossigeno (O2), che interagisce e si lega al sangue e in un atomo di ossigeno (O), particella fortemente instabile in grado di fissarsi anche mediante ossidazione.

Nel corpo umano l’ozono:

  • Promuove la disintossicazione del fegato
  • Stimola la scomposizione dei grassi (colesterolo e trigliceridi).
  • Migliora il metabolismo delle cellule, motore della produzione di energia nel corpo umano
  • Abbatte o riduce il livello di acido urico, che è causa della gotta ed è un fattore dannoso per i vasi
  • Migliora il flusso sanguigno, riduce i problemi di circolazione
  • Riduce la coagulazione del sangue e migliora pertanto il trasporto dell’ossigeno e la circolazione del sangue
  • Aumenta la quantità di ossigeno disponibile per il tessuto e genera perciò un maggior assorbimento
  • Uccide molti tipi di batteri, virus, funghi e previene la reinfezione

Campi di applicazione dell’ozonoterapia

  • Patologie epatiche da alcool o virus
  • Disturbi della circolazione artero-venosa degli arti e cerebrale
  • Riabilitazione dopo apoplessia (incluso le paralisi)
  • Malattie reumatiche, fibromialgia, reumatismi articolari, lombalgia, sciatica
  • Artrosi
  • Ernia discale
  • Ipercolesterolemia
  • Elevato livello di acido urico (gotta)
  • Convalescenze difficili dopo gravi malattie
  • Malattie dermatologiche (acne, eczema)
  • Patologie oculistiche causate da una ridotta circolazione sanguigna
  • Emicrania, vertigini
  • Stanchezza generale
  • Cellulite

Per fissare un appuntamento vai alla sezione contatto

"L'ozono può avere impieghi positivi in campo medico"